IL BLOG DI AMALIA

venerdì, febbraio 12, 2010

UN APPELLO AL PROF.CAVERNA

VI RICORDATE IL GECO DI QUALCHE POST FA? VORREI SAPERE DAI COLLEGHI DEL PROF. CAVERNA SE QUESTO ANIMALE E' NORMALE O PRESENTA QUALCHE MALFORMAZIONE ALLE ZAMPE
.CAMMINA SOLO SUL PAVIMENTO E NON NE VUOL SAPERE DI SCORRAZZARE SUI MURI.
IO CREDEVO CHE FOSSE SOLO RIMBAMBITO, MA ORA TEMO DI PEGGIO

Posted by Picasa

18 commenti:

l'avvocato ha detto...

Secondo me ha problemi alle zampine........ma non sono certo un'esperta.

riri ha detto...

Ciao, ti ho trovata per caso andando da Pupottina "club del libro", mi hai suggerito un testo di Simone Perotti, credo che lo comprerò perchè quello che ho letto da poco mi è piaciuto molto. Ti ringrazio e ti auguro una buona serata. Verrò a curiosare sul tuo blog ancora.
Per il geco, lo trovo carino, una mia amica giovane se l'è fatto tatuare sul polso, a dirti il vero anch'io non ho mai capito la differenza con la lucertola:-)

ciuccianebbia ha detto...

Ciao Amalia,
secondo noi il geco in questione ha una malformazione alle zampe o comunque gli è successo qualcosa. Questa fa si che non riesca più ad "aderire" al superfici verticali...non sono un esperto di rettili ma come biologo mi sembra verosimile.

Paolo ha detto...

Anch'io non sono un esperto di gechi ma dalla foto sembra che abbia le zampe al contrario!!

Dove poteva rifugiarsi un geco focomelico se non in casa Bramanti?

Paolo ha detto...

Confermo la mia ipotesi. Andate su google digitate geco e cercate tutte le immagini. Hanno tutte le zampette ben aperte e schiacciate al terreno. Mi sa che questo poveretto ha le zampe malate. Ma che fine ha fatto? Lo avete ritrovato? So che era scomparso.

maria ha detto...

Amalia ho trovato questo sito. Forse può aituarti a capire cos'ha il povero geco:
http://www.ciliatus.it/index.php?a=articles&art=13

amalia ha detto...

@ Dott. ciuccianebbia
Grazie per il tuo intervento,consultando poi il sito consigliato dalla dott.ssa Maria ho avuto conferma della tua diagnosi

Veronica ha detto...

Il dott. Cicuccianebbia ha assolutamente ragione.. ed a guardare le zampine sembrerebbe un problema di muta mal riuscita.. problema aumentato dagli ambienti troppo poco umidi (tipo una casa con riscaldamento..)
..da allevatrice amatoriale di gechi direi che il povero piccolo non ha speranze a meno che non riusciate a portarlo da un veterinario.. od ad idratargli le zampine.. essendo, pero', specie protetta non so in quali problemi potreste trovarvi per l'eventuale cattura.. chiediamo all'Avvocato.

maria ha detto...

Per abbandonare un attimo il tema zoologico e ritornare sul politico, do diffusione a questa notizia:

http://informagiovanidilerici.blogspot.com/2010/02/incontro-con-gian-antonio-stella-al.html

penso che possa interessare, o sbaglio?

Caverna ha detto...

Cavolo, è proprio un geco focomelico...potreste tentare di tenerlo in cattività e nutrirlo con i tisanuri (pesciolini d'argento) che so che abbondano in casa Bramanti. Se come dice la Dottoressa Veronique si tratta di un problema di muta mal riuscita forse potrebbe riprendersi alla muta successiva...quando cambierà pelle...

Birto69 ha detto...

Avrei un'idea,Tenetelo voi fino a Giugno, poi appena possibile me lo porto su a Milano e lo metto all'ingrasso sul mio terrazzo...
Tempo un mese a pasteggiare di zanzare, sarà diventato un mostro di 320 kg una sorta di Caimano bianco....e non avrà più bisogno di camminare.....

paulbrams ha detto...

Comunque vorrei ricordare soprattutto ad Amalia che Paolo è suo figlio e non il dott. Ciuccianebbia! Per sicurezza ora scriverò come paulbrams almeno mia madre mi riconosce! Comunque il primo Paolo a cui pensa non sono io! Bene a sapersi! Mi sa che torno a lurkeggiare che è meglio!

amalia ha detto...

@ paulbrams
So benissimo che Paolo e' mio figlio, ma se permetti il parere del Dott.ciuccianebbia in quanto biologo e' piu'autorevole del tuo.
Io l'ho ringraziato per il suo intervento, ringrazio naturalmente anche te e ti invito a seguirmi ancora, ti prego non lurkeggiare, anzi tienti pronto in qualita' di ingegnere a darmi un aiuto dovessi provvedere a filtrare i commenti degli anonimi volgari.

paulbrams ha detto...

Amalia chiedo scusa, pensavo avessi scambiato il mio commento con quello dell'esimio dott. Ciuccianebbia. Non avevo visto il suo commento!

Domani passo a prendere i biscotti!

l'avvocato ha detto...

Amalia a me non li hai mai fatti i biscotti......mi piacerebbe tanto assaggiarli.................

bondearte ha detto...

Amalia, amica cara
Che suona come un cucciolo DINOSAUR Mirim "
Puoi dirci quante generazioni si mantiene questo ? Mirim dinosauro:))))
Bacione
Paul

Luigina ha detto...

Amalia mancavo da un po' dal tuo blog, ma quando ci vengo mi diverto sempre a leggere i commenti spiritosi dei tuoi lettori. Tienimi informata dell'evoluzione delle condizioni di salute del povero geco

amalia ha detto...

@ Luigina
Grazie della tua visita e dei tuoi apprezzamenti.
Il povero geco e' stato messo sul balcone vicino alle piante perche' qualcuno mi aveva detto che un appartamento riscaldato poteva danneggiare il suo stato di salute.
Ogni tanto sparisce e poi lo vedo passeggiare ma non si fa prendere, segno che ha ripreso un po'di forze.