IL BLOG DI AMALIA

domenica, febbraio 28, 2010

UN PARERE

CONSIDERATO CHE IL MIO BLOG (modestamente) E' FREQUENTATO DA ARTISTI (Bondearte ) ESPERTI D'ARTE (nicoletta e chiara ) ARCHITETTI (chiaragoci) INGEGNERI( yoghi e paolo) ECOLOGISTI(prof caverna) E PERSONE DI PROVATA SENSIBILITA' (tutti quelli che frequentano il mio blog)
VORREI IL PARERE DI TUTTI VOI SU QUESTA OPERA CHE GIANNI E CARLO DEFINISCONO ECOMOSTRO ED ALTRI UN CAPOLAVORO........



Posted by Picasa

35 commenti:

Nicole ha detto...

non saprei sinceramente, dovrei vederla da vicino. Non mi sembra orribile comunque.Ho visto di peggio.

l'avvocato ha detto...

Non sono stata citata tra gli esperti ma, nonostante questo, concordo con Gianni/Carlo anche se è sempre meglio della famosa fontana "da susena" che potete ammirare in piazza garibaldi............

amalia ha detto...

@ avvocato
non e' vero che non sei stata citata, tu sei fra quelli, insieme ad esther,
che ho definito frequentatori di provata sensibilità

l'avvocato ha detto...

Ok Amalia ti perdono .........il giudizio sull'oepra però lo confermo.....l'opera è una vera caxxta ma immagino piuttosto costosa e pagata con soldi vostri......nel senso di cittadini

lakeviewer ha detto...

Edifici sono sempre avant-garde, visioni dell'artista, una polemica appunto per non essere dimenticato.

A me, non pi piace!

prof. Perboni ha detto...

Visto che sono uno scrittore, uso una citazione colta:
"per me è una cagata pazzesca"

gianni ha detto...

Perche' ci tocca rimpiangere le opere del ventennio? Ora siamo in mano ad assessori alla cultura analfabeti ad artisti presuntuosi e vuoti... a sindaci corrotti ed affaristi Viale Roma e' una strada che dritta come una schioppettata e lunga 5 Km. va dal centro di Massa fino al mare che vedevi da subito. Ora il mare non si vede piu' a causa di questo enorme sipario di marmo e se ti siedi sulle panchine con le spalle al mare non puoi goderti lo spettacolo delle montagne incombenti a causa di tutto quel materiale sprecato. Non oso pensare a quanto ci e' costata
questa cagata pazzesca (cito la citazione colta del prof. Perboni)

gianni ha detto...

Perche' ci tocca rimpiangere le opere del ventennio? Ora siamo in mano ad assessori alla cultura analfabeti ad artisti presuntuosi e vuoti... a sindaci corrotti ed affaristi Viale Roma e' una strada che dritta come una schioppettata e lunga 5 Km. va dal centro di Massa fino al mare che vedevi da subito. Ora il mare non si vede piu' a causa di questo enorme sipario di marmo e se ti siedi sulle panchine con le spalle al mare non puoi goderti lo spettacolo delle montagne incombenti a causa di tutto quel materiale sprecato. Non oso pensare a quanto ci e' costata
questa cagata pazzesca (cito la citazione colta del prof. Perboni)

Esther ha detto...

Nonostante abbia sentito in giro commenti molto favorevoli nei confronti di questo monumento, anch'io non lo ritengo consono all'ambiente scelto per la posa, poichè, concordando con Gianni, tutto ciò che impedisce la visuale del mare mi disturba molto.
In quanto all'opera in sè, che si chiama "Le Vele", secondo il mio modesto parere, credo che l'autore abbia voluto crearla appositamente simile alle montagne che circondano Massa e Carrara proprio per sottolineare l'unione di queste due città così diverse tra loro, ma che hanno, come comune denominatore, il mare ed i monti; altrimenti perchè, non dare movimento e slancio, tipico delle vele, ad un manufatto che, al contrario, manifesta una staticità propria dei monti?.

Michele ha detto...

e' difficile esprimere pareri guardando solo una foto, comunque non mi 'attizza' molto
L'opera in se sara' anche bella ma
che ci fa li
mi sembra un vecchio in una culla!
due cose diverse
ciao Michele pianetatempolibero

Il Ministro Brunetta ha detto...

Signora Ester , lei sta diventando un problema per la Pubblica Amministrazione. In quanto alle facili ironie sulla mia statura , si ricordi che nelle botti piccole sta il vino buono. Comunque lei sarà trasferita a breve all' URP dove potrà ciacolare quanto vuole col pubblico.
Distinti Saluti
Il Ministro Brunetta

Esther ha detto...

Non ho dubbi, Caro Ministro Brunetta, che nelle botti piccole ci sia il vino buono, lei lo dimostra ogni giorno, con i suoi decreti che emana con quel bel faccione sorridente.
In quanto al mio trasferimento, mi spiace che Lei continui a pensare che io approfitto dell'Amministrazione; per tranquillizzarLa, Le ricordo che tutti abbiamo diritto alla pausa caffè (10 minuti), pertanto se rubo 2 o 3 minuti(al tempo per uscire e fare colazione, si intende!) per scrivere su questo BLOG, sono in perfetta regola.
Quindi, caro Ministro, La smetta di fare figuracce e... sorrida sorrida sempre...simpaticone.

http://www.beniculturali.it ha detto...

Caro ministro Brunetta
Avete una eccellenza nei vostri uffici e di Massa Carrara e non ve ne siete accorti, anzi la disturbate con continui ed inopportuni interventi.
Signora Esther, abbiamo letto il suo pregevole intervento in questo blog sull'opera "Le vele" e vista la Sua competenza critica ,la Sua proprieta'di linguaggio e la Sua sensibilita' artistica chiediamo di incontrarla al piu' presto nei nostri uffici per una interessante proposta per la sua carriera

Caverna ha detto...

Sarò controcorrente ma a me non fa schifo. Mi piace l'idea di fare delle vele di marmo unendo così il mare con la montagna e mettendo in risalto una caratteristica della nostra zona con i monti molto vicini al mare. E poi mi affascina il fatto che se guardata con i monti sullo sfondo sembra qualcosa di dedicato ai monti, pezzi di marmo che si fondono con le montagne sullo sfondo, se invece si guarda con il mare come sfondo sembra qualcosa di dedicato al mare, vele bianche sul mare blu...Ammetto che ancora non l'ho vista dal vivo ma solo in queste foto quindi mi riservo un giudizio più accurato dopo una visita di persona...

Maria ha detto...

Cambio momentaneamente argomento per segnalarvi questa iniziativa culturale, in particolare rivolta alle donne, che si svolgerà Domenica 7 Marzo al CAMEC.

http://informagiovanidilerici.blogspot.com/2010/03/8mm-creativita-al-femminile.html

Qulcuna/o è interessata/o? Potrebbe essere una buona occasione per un incontro culturale tra blogghiste e frequentatrici.

Luigina ha detto...

A prima vista mi sembravano dei blocchi di marmo persi per strada da un TIR ma guardando meglio sottoscrivo e sottolineo il giudizio del prof Perboni. Non avevo ancora visto di peggio sinceramente. Gli autori di questo obbrobrio forse non hanno mai visto una vela se l'hanno chiamata "Le Vele"

riri ha detto...

Ciao, non m'intendo un granchè di arte, ma ho il senso del bello ed a primo acchito la trovo orrenda e condivido il parere dell'amica Luigina che saluto anche qui:-)C'è da dire che gli scultori sono molto estrosi, ma una cosa così orrenda non l'avevo mai vista.
Un cordiale saluto.

Luigina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luigina ha detto...

e aggiungo ..."in un posto così bello come la città di Amalia" cara Rirì. E' bello incontrarti anche qui;) Buona giornata a te e a tutta la bella gente che passerà ancora di qui.

amalia ha detto...

@ Luigina
se non hai mai visto di peggio della scultura "Le Vele" prendero' la mia macchina fotografica , faro' un giro per la citta' e poi pubblichero' qualche altra immagine.
Mi fa piacere che il mio blog sia diventato un salotto dove incontrarsi, a tal proposito sollecito anche le mie amiche storiche ad intervenire e le invito a non essere gelose....
P.S.
La scultura non piace neanche a me , mi inquieta.
Comunque vedrete che non c'e' fine al peggio.........

l'avvocato ha detto...

Cara Amalia ti faremo presto avere materiale "culturale" proveniente dalla nostra città............
Non sono gelosa delle tue nuove amiche anzi........mi fà piacere che intervengano vuol dire che forse apprezzano anche i nostri commenti.......io sono gelosa solo di UNA tua amica come ben sai........( che poi come sappiamo non è comunque la tua più vecchia amica che sono io) ma approfitto per salutarla e dirle che spero ci vedremo presto..........

Birto69 ha detto...

Dei marmiferi che si lamentano di un opera di marmo? E' come se un pesce di mare si lamentasse dell'acqua salata....

chiaragoci ha detto...

Sicuramente è fatta per essere vista da lontano e sicuramente vorrebbe avere una duplicità di prospettive : dai monti con sfondo mare e dal mare con sfondo Alpi Ap. Ma mi pare che questo sia il suo stesso limite. Per ora.. il paesaggio naturale continua a superare le capacità creative dell'uomo ed impedirne il godimento suscita incaxxatu.. Però non sarei così drastica come molti giudizi. Per esempio avete notato una regata quando tutte le barche sono vicine alla boe e stanno per virare ci assomiglia un pò.Comunque Amalia prima di farci parlare assicurati che l'autore non sia collegato al tuo blog .

Lou ha detto...

Ciao! secondo me non è proprio bellissima...

Esther ha detto...

@www.beniculturali.it
Grazie degli elogi anche se un pò esagerati, ma grazie soprattutto per avermi difeso con veemenza con il Ministro Brunetta che, come tutti hanno modo di notare, non perde occasione per attaccarmi ingiustamente.

@ L'Avvocato
Cara Avvocato, ho capito benissimo che le tue frecciatine sono rivolte a me, infatti, hai ragione ad affermare che l'Amica più vecchia di Amalia sei tu, però, quella con cui lei ha condiviso, ogni giorno, le cose più importanti della sua vita, come la crescita dei figli ecc..., sono io.
Comunque ti voglio bene lo stesso,sei egualmente carina ed affettuosa, e spero di condividere con te ..... altre belle cose.
A presto.

Vittorio Sgarbi ha detto...

Gentili signori, se posso esprimere la mia modesta opinione direi che sono sei semplici blocchi di marmo messi così a casaccio da qualcuno molto più furbo di voi che riesce a farsi pagare e a far parlare tanto di lui. Vorrei infatti conoscere il nome dell'autore per complimentarmi con lui.

bondearte ha detto...

Mi sento molto onorato dalle tue parole generose,Grazie di cuori.

Caro amico Amalia , guardati da vicino l'immagine di questa arte indecifrabile,
cercato una interpretazione,Non riuscivo a decifrarlo , credo che questo lavoro è molto futuristico
e solo e possibele a capire nel prossimo secolo:))
Ho pensato e ripensato, in realtà non si adatta con questo bellissimo paesaggio.
Credo che questo lavoro si inseriscono perfettamente in mare, a circa 10 chilometri di profondità:
Mi scuso per aver risposto in ritardo, ho un sacco di tempo neste lavoro.
Saluti
Paulo
bacione
PS-Ci dispiace per il mio cattivo italiano

DIANA B ha detto...

In effetti anch'io quando ho visto questo monumento sono rimasta perplessa e cercavo di capirne il significato.
In quanto al fatto che scendendo lungo viale Roma, queste vele impediscano di vedere il mare...beh! Ci sono solo le vele?.
Vorrei un vostro parere anche sul monumento della così detta "Puppona" di Gigi Guadagnucci e alla fontana La Venere di Tongiani.
Un saluto
Bruna

amalia ha detto...

@ Bondearte
grazie per il tuo intervento, ho capito benissimo che l'opera non piace neanche a te.
Per il ritardo sei giustificato se eri impegnato a completare il tuo ultimo splendido quadro che ho ammirato oggi sul tuo blog .
un caro saluto.

amalia ha detto...

@ DIANA B.
Grazie anche a te per la tua visita,in quanto ai monumenti che citi , erano proprio quelli a cui mi riferivo quando dicevo che non c'e' fine al peggio.
Appena avro' un po' di tempo libero faro' un giro per la citta' con la mia macchina fotografica, pubblichero' le immagini e poi...ne sentiremo delle belle...

un saluto

Suysan ha detto...

Non sono un'esperta ma mio modesto giudizio è una cosa orribile!!!

nicoletta ha detto...

Come al solito arrivo in ritardo ma cosa vuoi sono sempre in giro e il ciolli non si porta in viaggio il portatile...Vorrei aggiungere un commento circa il monumento di piazza Kissinger (credo) e specialmente rivolgermi a quel Vittorio Sgarbi che mi ricorda tanto gli stupidi commenti davanti ad un Picasso o un Mirò " ..sono capace anch'io! " Fate un piccolo sforzo isolatelo dalle palme ripulitelo dalle luci e avrete qualcosa di magico ,un susseguirsi di forme pulite ,un concatenantesi di morbidi angoli e armoniose sequenze di inclinazioni, insomma una volta tanto una forma veramente indovinata ....per non parlare poi della giusta collocazione! Caro cugino cosa ci avresti messo in quello spiazzo un bell'ARCO a tutto sesto tipo Eur? Noi italiani siamo famosi per l'immobilismo: non facciamo niente così non si sbaglia! Nicoletta

Caverna ha detto...

Meno male che non sono il solo ad aver apprezzato l'opera...e vedo che sono in compagnia di una esperta....Mi sembrava di essere un cretino....Vai Niko, appoggio in pieno la tua critica positiva!!!

pietro ha detto...

Non sono uno dei tuoi laureati, a malapena mi arrangio a leggere e scrivere. Più che un commento, che lascio agli esperti, tento di indovinare: essendo stati eliminati i benemeriti vespasiani, c'è stato un ripensamento sulla loro indiscutibile utilità e si fanno prove per riammetterli al servizio pubblico, proponendoli con un design accattivante? Se ho indovinato, cosa ho vinto?

pietro ha detto...

Visto che lo spazio c'è, una noterella per Brunetta: vero che il vino migliore è nelle botti piccole, ma è altrettanto vero che i veleni più letali sono nelle boccette più piccole, addirittura mini-mignon. Lo riconosco io stesso, che per altezza (si fa per dire) sovrasto (?) Brunetta di pochi centimetri. E la cattiveria che riesco a spandere a fronte di ingiustizie non è inferiore alla sua; con la piccola differenza che io non ne sono felice, anzi ci soffro, lui invece ci ride, sembra quasi godere a ogni uscita sanzionatoria. Che è sempre a effetto immediato, mentre i premi o incentivi li emette a futura memoria.